La Save Bag che aiuta a non sprecare cibo

c.leoni

Stando ai dati FAO quasi 1/3 della produzione mondiale di cibo finisce nella spazzatura e solo in Italia, ogni anno, vengono buttati via alimenti per oltre 12 miliardi e mezzo di euro. A differenza di quanto molti pensano, sono proprio i consumatori a sprecare una quota considerevole di alimenti. 

Per questo è fondamentale sensibilizzare i consumatori verso corretti stili di vita, con l’obiettivo di promuovere una maggiore consapevolezza e l’adozione di comportamenti che possano ridurre il food waste sia dentro, che al di fuori delle mura domestiche. 

Con questo obiettivo, nell’ambito della campagna informativa dedicata ai consumatori del progetto  Life.Food.Waste.StandUP.,  dopo la pausa estiva, verrà realizzata una campagna che coinvolgerà consumatori e ristoratori della regione Umbria, per ridurre gli sprechi di cibo e promuovere l’uso di “save bag”.

Con la collaborazione di Cuki Cofresco spa, è stata infatti realizzata una "Save Bag", una comoda vaschetta in alluminio riciclabile, che verrà distribuita gratuitamente ai ristoratori della regione Umbria, con l’obiettivo di promuovere tra i consumatori la cultura della riduzione dello spreco di cibo anche quando si mangia fuori casa. I consumatori, potranno così comodamente portare gli avanzi dei loro pasti a casa evitando che finiscano nella spazzatura.  

Durante la campagna, saranno distribuiti sul territorio umbro 2.000 kit, ognuno contenente 25 vaschette, una vetrofania da apporre sulla porta degli esercizi che aderiranno all’iniziativa, ed un opuscolo informativo.

La campagna verrà realizzata con il supporto di numerosi partner del territorio  quali: Aiab Umbria, ALI, Confcommercio Umbria, Felcos Umbria, La Provincia di Perugia, La strada del Sagrantino, Umbra Aque, Università dei Sapori.